L’anno nuovo, che in realtà arriverà alle 12:00

Buon anno nuovo a tutti! Festeggiato a mezzanotte con lo sparo di bellissimi fuochi artificiali dalla spendida Farnocchia. Ma se vi dicessi che in realtà l’anno nuovo inizia alle 12:00? Ebbene sì, visto che la terra impiega 365 giorni e 6 ore per fare tutto il giro intorno al sole, ed essendo stato il 2008 l’anno bisestile, quest’anno l’anno finirà alle ore 12:00 del primo Gennaio. In ogni caso serata tranquilla quella di stasera a casa di Matteo, ottima la pizza! Brava Elena! E dopo cena i fuochi d’artificio e successivamente passeggiata per il paese e poi l’incursione in un’altra festa, per l’Oscar Farnocchino, dove io ero l’ospite. Durante la serata molti i premi, tra cui la migliore figura di merda dell’anno, il campione di sesso fai da te, quello che ha dato più buche ad un appuntamento e tanti altri, premiati in gettoni d’oro, in cioccolato ovviamente! Ma credo che alcuni dei presenti neanche si ricorderanno domani cosa sia successo. E dopo altro giro e chiacchierata per le vie del paese. Grazie a Veronica, Matteo e Giacomo per la bella serata, e naturalmente, buon anno nuovo!

Permanent link to this article: http://www.stefanomartinelli.net/site/lanno-nuovo-che-in-realta-arrivera-alle-1800/

L’anno è finito!

Eccoci qua, oggi è il 31 Dicembre. L’anno è finito. Insomma finito… quasi… c’è sempre oggi, quindi gustiamoci questo ultimo giorno del 2010. E auguriamoci che almeno oggi Silvestro riesca non dico a mangiarsi Titti, però per lo meno a dargli una leccatina, visto che è festa anche per lui. Faccio gli auguri di buona fine e buon principio a tutti quelli che leggeranno l’articolo, agli altri nulla, tanto non lo leggono. Ci vediamo il prossimo anno, sempre qui! O per la strada se ci si incontra. Auguri a tutti! E mi raccomando, stasera mettetevi le mutande rosse! Io per non dimenticarmelo indosso ancora quelle dell’anno scorso…

Permanent link to this article: http://www.stefanomartinelli.net/site/lanno-e-finito/

2010 – Il bilancio

Il 2010 è ormai quasi finito, ed oggi volevo fare il resoconto di quest’anno. Devo dire che per me è iniziato bene, infatti a Gennaio sono stato a registrare una delle cinque puntate pilota della sit-com “Bed & Breakfast”, a fianco di Cristiano Chesi e Andrea Agresti, per la regia di Marco Frosini. Successivamente sono andate a fare il Laboratozio Zelig di Piacenza e Bologna, e devo dire che è stata una bella soddisfazione. E devo ringraziare Fulvio Fuina che mi a portato con lui. Poi c’è stato il periodo delle tv locali, prima TVL e poi Rete Versilia. A TVL ogni tanto mi chiamano, ed è sempre un piacere andare da loro. A Maggio ho iniziato le riprese di “Lavati Ovidio”, film comico di Luca Martinelli. All’inizio dovevo fare l’attore, poi sono passato anche sceneggiatore e aiuto regista. Diciamo che io e Luca ci siamo fatti il culo fino a Luglio, per poi presentare il film a Settembre. L’estate è stata piena di impegni, tra serate varia (la più quella quella a Seravezza a fianco del Palazzo Mediceo), poi i piccoli ruoli dei film “VirtualZone” di Paolo Bertola e “10 Ragazze” di Alessandro Paci. E qui devo ringraziare Ciccio Toccafondi. Dopo Settembre sembrava calma piatta, e invece ecco Francesco Picone che mi chiama per il cortometraggio horror “Io sono morta”, ancora in fare di produzione. Secondo me un capolavoro, non vedo l’ora di vederlo finito. Contemporaneamente mi sono ritrovato anche sul set della sit-com “Centro Vetrine Maremonti” e nell’episodio pilota di “Omar”, nel quale ho collaborato anche nella scrittura dell’episodio. Adesso invece ho iniziaro a collaborare con “PICA”, liquore da cocktail che presto troverete in commercio, mentre io, Ciccio e Luca stiamo lavorando ad un nuovo progetto… Devo dire che è stato un bel 2010, e devo ringraziare tutti quelli che hanno creduto in me e mi hanno dato l’opportunità di mettermi in gioco. Grazie a tutti davvero. E a Gennaio si riparte da dove sono partito quest’anno, ovvero dalla sit-com “Al Bed & Breakfast”. Che dire… speriamo in un bel 2011.

Permanent link to this article: http://www.stefanomartinelli.net/site/2010-il-bilancio/

Permanent link to this article: http://www.stefanomartinelli.net/site/da-piccino-ero-un-barzellettiere/

Il mio Ciao Darwin

Ciao! Oggi volevo raccontarvi quei magici due giorni passati a Roma per registrare la puntata “Belli contro Brutti” di Ciao Darwin. Tutto è iniziato nel Luglio 2007, quando feci due provini, uno a Pietrasanta ed uno a Firenze. A Firenze mi fecero capire che probabilmete mi avrebbero preso e infatti a inizio Settembre mi chiamarono dicendomi che ero stato selezionato per la categoria “Brutti”.Così a Ottobre presi il treno e andai a Roma: due giorni, tutto pagato. Arrivato a Cinecittà conobbi subito Massimo e Carmela, anche loro concorrenti, e successivamente Federico Castellani, ve lo ricorderete senz’altro perchè è il sosia ufficiale di Massimo Ceccherini. Entrare a Cinecittà è stato come quando da piccolo ti portano per la prima volta a Gardaland, passare in mezzo a questi enormi capannoni dove nascono film e programmi è stato fantastico. La cosa bella di questo programma è che te lo fanno vivere da subito, nel senso che le due categorie erano separate. Ci avevano messo in due tendoni, così da non farci vedere e così anche in albergo, che dico la verità… non sarebbe stato male stare nell’albergo dei belli, o meglio delle belle… Così il primo giorno ti arriva in sella ad un motorino Federico Moccia, che scopro essere uno degli autori del programma. Con lui abbiamo passato un sacco di tempo, e dico la verità, l’ho trovato molto simpatico. Quindi tra battute, foto e saluti ci spiegano come funziona il programma, cosa ci avrebbero fatto fare e ci hanno mostrato lo studio: immenso. Dopo di che con un pulman ci portano all’albergo, e che albergo… Un 4 stelle dove ognuno aveva la sua camera matrimoniale. Ci stavano trattando proprio come delle star. La mattina successiva eravamo liberi, mentre il pomeriggio ci hanno riportato a Cinecittà, dove io ho fatto le prove vestiti e sfilata, perchè quella era la mia prova. Li ho visto anche Bonolis, sua moglie e Roberto Cenci, a cui ho lasciato un dvd con un mio spettacolo, che sicuramente avrà buttato… Comunque è stato molto gentile. Così siamo arrivati alla sera: alle 20:00 inizia la registrazione, durata fino all’1:00. Posso garantirvi che nonostante tutto sia preparato e studiato nei minimi dettagli, quando ti metti a sedere al tuo posto, nella tua categoria, senti veramente la sfida e li sei pronto a dare il meglio di te stesso per far vincere la tua squadra. Finalmente è arrivato il mio turno, sono andato a cambiarmi, con me c’era Jack, quello di “Uomini e Donne”. Io dovevo sfilare accanto a lui, e la sfilata è stata magica, una di quelle cose che non ti dimentichi: io che mi tolgo la maglietta mentre Bonolis inprovvisa il suo commento su quello che stavo facendo è stato davvero bello. Poi la trasmissione è andata avanti, e alla fine la mia categoria , con a capo Franco Oppini, ha vinto, per la gioia di tutta la squadra. Poi il giorno dopo ho ripreso il treno a sono tornato a casa, a raccontare quest’avventura fantastica, per cui nonostante siano passati 3 anni mi riconoscono ancora. Davvero una bella esperienza, che mi fa sorridere ogni volta che la racconto.

Permanent link to this article: http://www.stefanomartinelli.net/site/il-mio-ciao-darwin/