S’inizia bene…

Oggi s’inizia bene la giornata… E’ arrivata anche a me la tosse che da qualche giorno fa tossire i miei genitori… Ed io che cerco di stare con loro il meno possibile, me la sono presa… Mai una volta che mi lasciassero dei soldi… E va bè.. me li devo tenere così, mica posso ammazzarli, almeno per il momento… In caso non riesca a fare carriera potrei fare una strage. Il mio sogno è quello di far fuori più gente possibile ad un mercato o una fiera, altrimenti, e qui farei felice tante persone, una strage di ciclisti, magari mentre passa il giro d’Italia, così vado anche in diretta. Dopo sarei su giornali, televisioni, magari anche ospite a qualche importante trasmissione. Diciamo che per il momento mi tengo l’asso nella manica. E’ più divertente stare su un palco o davanti ad una telecamera che dietro le sbarre. Quindi mi metto a lavorare… nuove idee in arrivo…

Permanent link to this article: https://www.stefanomartinelli.net/site/sinizia-bene/

Ricordando Giorgio Gaber

Otto anni fa, per la precisione il primo Gennaio, moriva a Camaiore Giorgio Gaber.
Un grande artista, l’inventore del teatro canzone, che nonostante avesse abbandonato la televisione da tempo, i suoi spettacoli erano seguitissimi.
Ed io ho avuto la fortuna di conoscerlo.
Era il 1999, lunedì sera. Io e i miei genitori decidiamo di andare al cinema a Pietrasanta a vedere un film di cui non ricordo il titolo. Il cinema era semivuoto. Ci sediamo. Ad un certo punto arriva un signore che nonostante i tanti posti liberi, si siede accando a me. Io lo guardo e per un attimo mi sembra che abbia un volto familiare. Lo riguardo, poi mi giro verso mio padre chiedendogli se lo conoscevo, e lui rispondo: “E’ Giorgio Gaber”. No, Giorgio Gaber accanto a me, al cinema. Allora io mi alzo e vado alla biglietteria per chiedere un foglio ed una penna. La signora dei biglietti mi dà quanto richiesto con un sorriso, così torno al mio posto e chiedo gentilmente al Signor G. se mi fa un autografo. Lui gentilissimo prende il foglio e la penna, poggia la penna sul foglio e… si spengono le luci, inizia il film. Giogio Gaber resta tutto il primo tempo con la penna ed il foglio in mano, mentre io con un occhio guardo lui e con un occhio guardo il film, fino all’intervallo, dove finalmente mi fa l’autografo e me lo consegna. Alla fine del film, dopo averlo ringraziato e scambiato qualche commento sul film ci salutiamo, ognuno andando per la sua strada. Per me un ricordo bellissimo, un Giorgio Gaber davvero gentile. Tutt’ora conservo preziosamente il suo autografo, che per altro potete vedere sul mio sito, tra gli autografi della sezione “Foto”.
Un saluto al Signor G. che ascolto spesso.

Permanent link to this article: https://www.stefanomartinelli.net/site/ricordando-giorgio-gaber/

La domenica delle barzellette

Buona Domenica!
Oggi volevo parlarvi di ieri sera… poi c’ho ripensato… meglio di no, credetemi!
Quindi ho pensato di affrontare la domenica con un paio di barzellette, così da passare la giornata in leggerezza ed allegria.

Due ladri di fronte ad un bar.
“Prendiamo qualcosa?”
“Meglio di no! E’ ancora aperto!”

Parlando a denti stretti.
“Mamma… ma l’attack è un dentifricio?”
E la madre, a occhi chiusi.
“No, credo sia un collirio!”

Permanent link to this article: https://www.stefanomartinelli.net/site/la-domenica-delle-barzellette/

L’anno nuovo, che in realtà arriverà alle 12:00

Buon anno nuovo a tutti! Festeggiato a mezzanotte con lo sparo di bellissimi fuochi artificiali dalla spendida Farnocchia. Ma se vi dicessi che in realtà l’anno nuovo inizia alle 12:00? Ebbene sì, visto che la terra impiega 365 giorni e 6 ore per fare tutto il giro intorno al sole, ed essendo stato il 2008 l’anno bisestile, quest’anno l’anno finirà alle ore 12:00 del primo Gennaio. In ogni caso serata tranquilla quella di stasera a casa di Matteo, ottima la pizza! Brava Elena! E dopo cena i fuochi d’artificio e successivamente passeggiata per il paese e poi l’incursione in un’altra festa, per l’Oscar Farnocchino, dove io ero l’ospite. Durante la serata molti i premi, tra cui la migliore figura di merda dell’anno, il campione di sesso fai da te, quello che ha dato più buche ad un appuntamento e tanti altri, premiati in gettoni d’oro, in cioccolato ovviamente! Ma credo che alcuni dei presenti neanche si ricorderanno domani cosa sia successo. E dopo altro giro e chiacchierata per le vie del paese. Grazie a Veronica, Matteo e Giacomo per la bella serata, e naturalmente, buon anno nuovo!

Permanent link to this article: https://www.stefanomartinelli.net/site/lanno-nuovo-che-in-realta-arrivera-alle-1800/

L’anno è finito!

Eccoci qua, oggi è il 31 Dicembre. L’anno è finito. Insomma finito… quasi… c’è sempre oggi, quindi gustiamoci questo ultimo giorno del 2010. E auguriamoci che almeno oggi Silvestro riesca non dico a mangiarsi Titti, però per lo meno a dargli una leccatina, visto che è festa anche per lui. Faccio gli auguri di buona fine e buon principio a tutti quelli che leggeranno l’articolo, agli altri nulla, tanto non lo leggono. Ci vediamo il prossimo anno, sempre qui! O per la strada se ci si incontra. Auguri a tutti! E mi raccomando, stasera mettetevi le mutande rosse! Io per non dimenticarmelo indosso ancora quelle dell’anno scorso…

Permanent link to this article: https://www.stefanomartinelli.net/site/lanno-e-finito/